APPARECCHI ACUSTICI e ACCESSORI
I Nostri Prodotti e le Tecnologie


Gli apparecchi acustici migliorano la comprensione del discorso in diverse situazioni migliorando così la qualità della vita.
La scelta del tipo d’apparecchio acustico da utilizzare è strettamente legata al tipo di problema uditivo e alle condizioni d’impiego.

Si distinguono, essenzialmente, in due tipologie, Endoaurali e Retroauricolari.

Sono disponibili in una vastissima gamma di modelli adatti alle differenti patologie.

Oltre che per necessità applicative si differenziano per il loro utilizzo:

  • Endoauralri (ITC), messi nel condotto uditivo e parte del padiglione dell’orecchio: (CIC) posti interamente all’interno del condotto uditivo. Sono prevalentemente impiegati nelle patologie neurosensoriali di grado medio e medio-grave.
  • Retroauricolari (BTE), messi dietro al padiglione auricolare. Il suono è convogliato all’interno del condotto uditivo per mezzo di un tubicino collegato ad un “auricolare” realizzato su misura del condotto del paziente. Sono adatti per tutti i tipi di perdite uditive da lievi a profonde.

    Tra gli apparecchi retroauricolari sono oggi disponibili modelli molto sofisticati, di ridotte dimensioni, molto leggeri e d’elevato comfort. Open Fit e CRT.

  • Open Fit, non hanno bisogno di auricolare su misura, un piccolissimo tubo porta il suono all’interno del condotto uditivo. Sono indicati per patologie da rumore, in ogni caso per soglie lievi e medie in caduta.
  • CRT, rappresentano il miglior compromesso oggi possibile tra efficienza e dimensioni.

    L’altoparlante (ricevitore), rivestito di una “cupolina” in silicone o da un guscio realizzato su misura del condotto del paziente (secondo la patologia e del grado di perdita uditiva) è posto dentro il condotto uditivo.
    La posizione del ricevitore rende l’apparecchio estremamente efficiente tanto da poter essere utilizzato anche in presenza di perdite di grado grave e profondo.


    La Tecnologia
    La scelta del tipo d’apparecchio acustico da utilizzare è strettamente legata al tipo di problema uditivo e alle condizioni d’impiego. Le ultime generazione d’apparecchi acustici fanno uso di tecnologie digitali molto sofisticate.
    I sistemi impiegati hanno permesso la realizzazione di strumenti molto piccoli, leggeri e in grado di svolgere milioni di calcoli necessari all’analisi della parola e alla sua correzione in base alla perdita d’udito.
    Con la tecnologia digitale, i suoni sono più puliti e confortevoli: i sistemi automatici presenti negli apparecchi permettono una migliore elaborazione del suono riducendo i rumori e i fastidiosi fischi prodotti dai vecchi apparecchi.
    La loro flessibilità consente di adattarli, per mezzo di un computer, alle più svariate tipologie di perdite uditive.
    La continua ricerca sui sistemi di controllo e sui software applicativi, in costante evoluzione, richiede da parte dell’Audioprotesista una preparazione tecnica e audiologica elevata e continua.
  •  
     
    apparecchi acustici
     
     
    apparecchi acustici